Cetilar Villorba Corse, 24 Ore di Le Mans: giorno 2

Sabato è il grande giorno della 24 Ore di Le Mans per la scuderia Cetilar Villorba Corse. Il venerdì non sono previste sessioni in pista ma il team trevigiano diretto da Raimondo Amadio è al lavoro nei box del leggendario Circuito de la Sarthe per gli ultimi aggiustamenti sulla Dallara P217 motorizzata Gibson che con Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi sabato alle ore 9 prenderà parte al warm up per poi schierarsi al via della gara. La partenza dell’85^ edizione della 24 Ore di Le Mans sarà data alle 15 e la corsa sarà seguita in diretta da Eurosport fino alla cerimonia del podio nel pomeriggio di domenica. L’unica squadra tutta italiana iscritta fra i prototipi è all’esordio nell’evento che quest’anno è il terzo round del Mondiale Endurance e giovedì ha saputo immediatamente risolvere le noie elettriche che avevano condizionato le prime prove libere e la Q1 mercoledì e soprattutto ha nettamente migliorato i riscontri cronometrici e il setup globale del prototipo emiliano di classe LMP2.
Lungo i 13,6 chilometri della pista francese alla fine è stato di 3’30″014 (2,5 secondi più veloce del giorno prima) il miglior tempo settato dall’equipaggio Cetilar Villorba Corse, che sulla griglia di partenza, che in tutto conta ben 60 vetture, si schiererà in 24esima posizione, la 18esima della propria categoria. “Giovedì positivo – spiega il team principal Amadio alla vigilia della prima del team a Le Mans -; una giornata nella quale abbiamo migliorato sia i tempi sul giro sia il passo rispetto alle prime qualifiche. Abbiamo disputato due sessioni finali di prove preferendo la concretezza. Abbiamo concentrato il lavoro in ottica gara badando anche a non utilizzare ulteriori set di pneumatici nuovi e cercando di far qualificare Sernagiotto senza patemi. In questi giorni abbiamo vissuto questo grande evento e scoperto il circuito girando insieme ad altre 59 vetture soltanto per la prima volta, siamo soddisfatti del lavoro svolto e soprattutto di aver risolto alcune questioni che ci avevano rallentato mercoledì e di aver trovato un setup che ci permetta di migliorare ancora. Ora tutti dobbiamo soltanto pensare a tirare fuori il 110% da noi stessi per la gara, che sarà lunga e massacrante e dove l’obiettivo resta sempre quello di vedere la bandiera a scacchi”.

Il direttore sportivo Christian Pescatori aggiunge: “Una giornata davvero intensa. I ragazzi dapprima hanno cambiato il cablaggio delle componenti elettriche e poi durante le prove testato le ultime regolazioni. Il setup è migliorato e pur aggiungendo del carico aerodinamico al posteriore siamo riusciti a mantenere delle buone velocità di punta. Abbiamo segnato il nostro miglior tempo nelle qualifiche della sera, dove tra l’altro Belicchi ha trovato traffico in pista, ma va bene così. Nella qualifica notturna abbiamo poi pensato in ottica gara, perché in ogni caso la posizione di partenza non è una priorità per noi ed è un fattore relativo in una corsa di 24 ore e con le alte temperature previste. Speriamo che le scelte effettuate ci aiutino nell’impresa di arrivare al traguardo”.

Sernagiotto: “Mi ha sorpreso il fatto che, per quanto mi riguarda, in Q2 sono andato più forte rispetto alla Q3, ma nel turno notturno l’importante era qualificarsi e ci sono riuscito percorrendo i 5 giri obbligatori per noi esordienti alla 24 Ore. La pista continua a evolvere, devo dire che è sempre emozionante”.

Belicchi: “Qui è fondamentale trovare il giusto bilanciamento da adottare sul prototipo. Abbiamo migliorato e se non avessi trovato traffico in pista avremmo fatto anche un tempo migliore. Con la configurazione adottata, con più aerodinamica, abbiamo un po’ di sovrasterzo quando raggiungiamo certe velocità, ma lo sapevamo. La vettura è molto più guidabile così e i riscontri dicono che siamo sulla giusta strada. Abbiamo ancora il warm up di sabato mattina per cercare di rifinire ulteriorente alcune soluzioni e di bilanciarla al meglio”.

Agenzia: ErregiMedia

Cetilar Villorba Corse, 24 Ore di Le Mans: giorno 1 (dichiarazioni e note)

Le Mans (Francia), 15 giugno 2017. E’ iniziata con l’intensa giornata di mercoledì la grande avventura della scuderia Cetilar Villorba Corse alla 24 Ore di Le Mans del 17-18 giugno. L’unica squadra tutta italiana iscritta fra i prototipi ha esordito sui 13,6 chilometri del Circuito de la Sarthe con Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi che hanno piazzato la Dallara P217 al 17° posto della classe LMP2 (la più numerosa con 25 vetture al via) e al 23° assoluto nella prima sessione di qualifiche notturne con il tempo di 3’34”846. Il riscontro cronometrico è ancora non al livello di quello fatto segnare da Belicchi nei test ufficiali del 4 giugno (3’32”567), anche per via del grande caldo, ma ha migliorato il 36 netto delle prove libere disputate nel pomeriggio. Un paio di inconvenienti di natura elettrica, subito risolti, hanno rallentato il lavoro del team diretto da Raimondo Amadio, che proprio dopo i dati raccolti nelle prove libere ha scelto di cambiare le regolazioni principali, marcando subito dei progressi.

Il team principal Amadio dichiara in vista delle qualifiche finali: “Nelle prime prove abbiamo dovuto lavorare a fondo, anche cambiando decisamente il setup globale della Dallara, alla ricerca di carico aerodinamico. Rispetto alle libere, nella prima qualifica notturna siamo riusciti a migliorare, ma c’è ancora molto da testare. Mercoledì è stata una giornata molto dura, ma lo sapevamo, altrimenti non sarebbe la 24 Ore di Le Mans. Contiamo di fare una grande lavoro anche oggi, una giornata determinante”.
Il direttore sportivo Christian Pescatori: “Fa troppo caldo, un fattore non così usuale qui. La pista è cambiata molto rispetto ai test e certe soluzioni non sembrano pagare. Cercheremo di lavorare ancora su varie regolazioni perché probabilmente la pista cambierà ancora e si gommerà di più. Quindi vediamo, non possiamo escludere nulla a priori”.
Dice scalpitante il pisano Lacorte, al debutto assoluto nella maratona francese: “Felice di aver effettuato i cinque giri obbligatori per gli esordienti ieri notte. Un piccolo pensiero ce lo siamo tolto. Peccato per aver sofferto di sottosterzo ma ora non vedo l’ora di provare le nuove soluzioni adottate nella qualifica 1, sono certo che miglioreremo ancora”.
Infine Belicchi commenta così il mercoledì a Le Mans: “Dobbiamo ancora migliorare il bilanciamento del prototipo, dopo i progressi delle qualifiche possiamo lavorarci perché finalmente avevamo del grip e la vettura era più guidabile. Il limite è almeno qualche decimo più avanti rispetto al crono dei test”.

Il programma. Cetilar Villorba Corse tornerà in pista oggi (giovedì) per ulteriori due turni di qualifiche: dalle 19 alle 21 e dalle 22 a mezzanotte. Venerdì non sono previste ulteriori sessioni, ma dalle 17.30 alle 19 lo show della parata dei piloti nel centro di Le Mans. Sabato 17 giugno è il grande giorno dell’85esima edizione della 24 Ore di Le Mans, terzo round del Mondiale Endurance: alle 9 previsti 45 minuti di warm-up e alle ore 15 la partenza. Le 24 ore di gara saranno seguite in diretta da Eurosport.

Allegate: Foto Paola Depalmas

ErregìMEDIA: info@erregimedia.com / mobile: +393346233608 – +393280073660

Cetilar Villorba Corse è pronta per la 24 Ore di Le Mans!

Per Lacorte-Sernagiotto-Belicchi e la Dallara del team tutto italiano mercoledì iniziano gli impegni nel leggendario appuntamento del Mondiale Endurance con prove libere e qualifiche; giovedì ancora prove ufficiali e sabato 17 giugno il via: “Verifiche ok, c’è un grande spirito in squadra, non vediamo l’ora!
 
Le Mans (Francia), 13 giugno 2017. Inizia la grande avventura della 24 Ore di Le Mans per la scuderia Cetilar Villorba Corse. L’intera squadra, l’unica tutta italiana iscritta fra i prototipi, è sbarcata nella città francese dove da alcuni giorni sono iniziati i primi appuntamenti, tra verifiche e intrattenimento, in vista della leggendaria corsa endurance di sabato 17 e domenica 18 giugno. Gli impegni sullo spettacolare Circuito de la Sarthe scattano mercoledì 14 giugno. Dopo il primo “rodaggio” nei test ufficiali, Roberto Lacorte, Giorgio Senagiotto e Andrea Belicchi torneranno alla guida della Dallara P217 motorizzata Gibson per le prime prove libere, in programma appunto mercoledì dalle 16 alle 20. Importante la successiva sessione di qualifiche, il cui semaforo verde si accenderà alle 22. La prima battaglia per la pole position continuerà fino a mezzanotte. Il team diretto da Raimondo Amadio, iscritto nella classe dei prototipi LMP2, tornerà di nuovo in pista giovedì per ulteriori due turni di qualifiche: dalle 19 alle 21 e dalle 22 a mezzanotte. In uno dei turni notturni, o mercoledì o giovedì, a ciascun pilota è richiesto di effettuare almeno 5 giri di pista. Venerdì non sono previste ulteriori sessioni, ma dalle 17.30 alle 19 lo show della parata dei piloti animerà il centro di Le Mans, dove sfileranno al volante di auto storiche. Sabato 17 giugno è il grande giorno dell’85esima edizione della 24 Ore di Le Mans, terzo round del Mondiale Endurance: alle 9 Cetilar Villorba Corse potrà utilizzare i 45 minuti del warm-up per rifinire tutto il lavoro in vista della gara, che scatta nel pomeriggio alle ore 15 e in Italia sarà seguita in diretta da Eurosport per tutte le 24 ore fino al traguardo e alla cerimonia del podio domenica pomeriggio.
 
Il team principal Amadio dichiara alla vigilia delle prove: “Ogni giorno che ci avvicina alla partenza della 24 Ore è sempre più bello. Per tutti nella squadra. Sto vedendo e vivendo un grande spirito in tutti noi. Un grande sogno, non vediamo l’ora che sia domani per esordire in uno degli eventi sportivi più importanti di sempre al mondo. Domenica scorsa abbiamo espletato le verifiche senza problemi e ora siamo davvero pronti. La categoria delle LMP2 è la più numerosa ed è davvero super competitiva. Per noi l’obiettivo principale resta quello di arrivare al traguardo protagonisti di una bella gara per poter festeggiare questa impresa dopo la bandiera a scacchi”.
 
Commenta il pisano Lacorte, dal quale è partito questo programma sportivo denominato “Italian Spirit of Le Mans” e il quale insieme a Sernagiotto è al debutto assoluto nella maratona francese: “Abbiamo una buona velocità nei rettilinei, tanto che sono stato il più veloce in LMP2 nei test, un’emozione incredibile! Ma dobbiamo ancora lavorare molto per riuscire a gestire meglio la Dallara nelle curve. Siamo piuttosto soddisfatti di quanto fatto nei test due domeniche fa e ora siamo proiettati al meglio in questa importante settimana che ci vedrà per la prima volta al via della 24 Ore di Le Mans. Siamo ultrafelici di essere qui, si parte!”.

Le Mans 24 – Test Day 2017

Cetilar Villorba Corse a 340 orari nei test della 24 Ore di Le Mans

Positivi i riscontri sulla Dallara P217 del team tutto italiano con Lacorte-Senagiotto-Belicchi che nelle prove in vista della grande classica del 17-18 giugno hanno percorso mille chilometri. Amadio: “Quante emozioni già! Ottime velocità di punta, affinato il setup, ma per completare la messa a punta servono le prime libere”.
Treviso, 6 giugno 2017. Mille chilometri ha percorso la scuderia Cetilar Villorba Corse durante i test ufficiali della 24 Ore di Le Mans disputati domenica scorsa. Ad alternarsi sulla Dallara P217 motorizzata Gibson sul mitico Circuito de la Sarthe i piloti Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi. I tre hanno testato per la prima volta il prototipo di classe LMP2 sui 13,6 chilometri dello spettacolare tracciato francese, lavorando a lungo insieme a tutta la squadra diretta da Raimondo Amadio, l’unica tutta italiana a schierarsi fra i prototipi nella corsa endurance più importante al mondo, che il 17-18 giugno segnerà il punto più alto del grande progetto “Italian Spirit of Le Mans”. Il lavoro sulla messa a punto della sportscar costruita dalla factory emiliana è stato impegnativo ma proficuo durante i mille chilometri percorsi. Il team trevigiano, al debutto alla 24 Ore, e i piloti non hanno riscontrato particolari problemi e il livello di messa a punto raggiunto ha soddisfatto, così come i riscontri cronometrici a fine giornata, che pongono quella di Cetilar Villorba Corse come la più veloce fra le Dallara. Mentre Belicchi vanta numerose esperienze alla 24 Ore, per Lacorte e Sernagiotto è stata la prima volta a Le Mans con un prototipo LMP2 e quindi proprio il pilota pisano e quello trevigiano hanno effettuato un maggior numero di giri.
Il team principal Amadio commenta dopo il primo assaggio di Le Mans: “Quante emozioni già! Atmosfera incredibile, organizzazione perfetta, un mondo di corse davvero fantastico da vivere. La cosa più importante è però quanto fatto in pista. Abbiamo privilegiato un po’ Lacorte e Sernagiotto nel chilometraggio per farli girare il più possibile, ma naturalmente per il lavoro di messa a punto era fondamentale anche la grande esperienza di Belicchi. Siamo molto contenti di quanto affinato. Abbiamo raggiunto un buon setup ma naturalmente per completare il lavoro dobbiamo attendere le prove libere della 24 Ore. E’ importante il fatto che la Dallara in mille chilometri non ha sofferto particolari problemi, se non un po’ di sottosterzo. A fine giornata siamo stati la Dallara più veloce sul giro e un nostro punto di forza è stata la velocità di punta, dove abbiamo più volte toccato i 340 orari!”.

Annunciato alla presentazione della Dallara P217 in Piazza dei Miracoli a Pisa, il film “Road to Le Mans” è ora disponibile nella sezione “FILM” del sito di Cetilar Villorba Corse al link http://cetilarvillorbacorse.com/film/. Il film di Nico Fulciniti di JOBDV/Studio, della durata di circa 45 minuti, è il racconto di come il sogno di correre alla gara endurance più prestigiosa al mondo sia diventato realtà grazie all’impegno, la dedizione e il grande amore per l’automobilismo.

Cetilar Villorba Corse alla scoperta di Le Mans nei test pre 24 Ore

Primo e fondamentale “assaggio” del mitico tracciato francese per la Dallara LMP2 del team trevigiano con Lacorte-Sernagiotto-Belicchi, impegnati in pista domenica in vista della grande classica del 18-19 giugno. Amadio: “Consapevoli dell’impegno che ci attende ma anche dell’orgoglio di questo prestigioso esordio”.

Treviso, 1° giugno 2017. La scuderia Cetilar Villorba Corse sbarca nel “tempio” di Le Mans per i test ufficiali che anticipano di due settimane la famosa 24 Ore, l’appuntamento cruciale della stagione del team diretto da Raimondo Amadio. Domenica 4 giugno la compagine tutta italiana effettuerà due turni di prove esordiendo con la Dallara P217 motorizzata Gibson sul mitico Circuito de la Sarthe in vista della 24 Ore di Le Mans, che si disputerà poi il 18-19 giugno. I piloti Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi testeranno per la prima volta il prototipo di classe LMP2 sui 13.629 metri dello spettacolare tracciato francese. La squadra dell’“Italian Spirit of Le Mans”, l’unica tutta tricolore a portare un prototipo al via della corsa endurance più importante al mondo, e i suoi tre portacolori hanno l’opportunità di lavorare intensamente per preparare la 24 Ore dopo aver disputato due competitivi weekend nell’European Le Mans Series alla 4 Ore di Silverstone e alla 4 Ore di Monza. Fra i piloti Cetilar Villorba Corse soltanto Belicchi vanta numerose esperienze alla 24 Ore, mentre Lacorte e Sernagiotto hanno gareggiato sul circuito di gara lo scorso anno ma con la Ligier LMP3 e in una corsa sprint di un’ora, evento utilizzato dal team proprio per iniziare a prendere confidenza con il circuito e l’atmosfera della 24 Ore di Le Mans, che resta ovviamente su tutt’altro piano. Per il pilota pisano e quello trevigiano il test day di domenica è quindi obbligatorio per la successiva partecipazione alla gara. La prima sessione di prove è in programma domenica mattina dalle 9 alle 13, la seconda seguirà nel pomeriggio dalle 14 alle 18.

Amadio, team principal, commenta: “Non è affatto semplice descrivere il momento che stiamo vivendo, inseguito dal nostro team per vent’anni. Essere a Le Mans per noi è già una vittoria e tra poche ore inizieremo quella che davvero rappresenta una grande avventura, oltre che, senza retorica, un sogno che diventa realtà e che subito farà schizzare al massimo l’impegno e le motivazioni di tutti noi. Un passo importantissimo per la squadra, dalle mille incognite e variabili, un’impresa titanica per un team come il nostro, al debutto in una delle gare internazionali più famose. Da una parte siamo quindi ben consapevoli dell’enorme impegno che ci attende e allo stesso tempo dell’onore e dell’orgoglio per questa partecipazione, cercata e voluta con tenacia e passione”.

ErregìMEDIA: info@erregimedia.com / mobile: +393346233608 – +393280073660

4 ore di Monza – ELMS 2017

Cetilar Villorba Corse artiglia la top-5 alla 4 Ore di Monza

Dopo una gara emozionante e sempre in battaglia il team tutto italiano conclude al quinto posto il round casalingo della ELMS con Lacorte-Sernagiotto-Belicchi sulla Dallara LMP2. E ora la grande sfida alla 24 Ore di Le Mans: “Siamo felici per un risultato importante colto davanti al nostro pubblico”

Monza, 14 maggio 2017. E’ stata super la prestazione della scuderia Cetilar Villorba Corse alla 4 Ore di Monzasecondo round dell’European Le Mans Series 2017. Nella gara di casa il team tutto italiano composto dai piloti Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi sulla DallaraP217 Gibson hanno lottato fino al traguardo artigliando proprio all’ultimo giro la top-5 dopo aver a lungolottato anche per il podio. Alla fine la squadra diretta da Raimondo Amadio ha concluso al quintoposto assoluto, emozionando per tutte le quattro ore della corsa e potendo recriminare per uno sfortunato “black out” nella seconda parte della gara. In quel momento sul prototipo era appena salito Belicchi, che viaggiava in seconda posizione, ma improvvisamente il motore si è ammutolito all’uscita della seconda curva di Lesmo costringendo il driver emiliano a un reset che all’equipaggio Cetilar Villorba Corse è costato almeno 45 secondi. Precipitato in decima posizione, il team non si è mai perso d’animo e ha iniziato una super rimonta che gli ha permesso di cogliere un risultato importante e punti pesanti per il campionato. L’impegno all’Autodromo Nazionale, concluso fra i sorrisi e gli applausi, era l’ultimo evento prima della 24 Ore di Le Mans, ovvero l’appuntamento clou della stagione endurance della compagine italiana, che il mese prossimo per la prima volta sarà al via della leggendaria maratona francese.

Raimondo Amadio, team principal: Monza era il miglior banco di prova in vista di Le Mans. Abbiamo adottato una strategia molto tirata e abbiamo davvero disputato una bella gara. Complimenti a tutta la squadra! Peccato per quell’imprevisto nella seconda parte, ci è costato molto in termini di tempo ma i progressi sono stati evidenti e lo sviluppo del prototipo prosegue. Dobbiamo continuare a lottare così, senza mai mollare e puntando a migliorarci ancora. Torniamo dalla gara di casa, sempre speciale per noi, anche con una raccolta di dati che può tornare utile per il nostro esordio alla 24 Ore. La sfida che ci aspetta è grandissima e ora ci concentreremo esclusivamente su quella.

In allegatoFoto Paola Depalmas

European Le Mans Series 2017 calendar: 15 apr. Silverstone (GBR); 14 may Monza (ITA); 23 july Spielberg (AUT); 27 aug. Le Castellet (FRA); 24 sept. Spa (BEL); 22 oct. Portimao (POR).

ErregìMEDIA: info@erregimedia.com / mobile: +393346233608  +393280073660